Il processore del Nexus 10 straccia la concorrenza

Il nuovo tablet Android che sarà presentato a breve, il Nexus 10, è sulla bocca di tutti. Sarà la vera risposta di Google ai 10 pollici dell’iPad, non il Mini, ma quello vero.

Il processore in questione si chiama Exynos 5 Dual 5250. Ha destato scalpore il fatto che non si trattasse di un Quad Core ma solo di un Dual Core, ed chiaramente a prima vista potrebbe far pensare sia un passo indietro in termini di pura potenza. In realtà come dimostreranno di dati che vi mostrerò non è così.

E’ stato possibile testare questa cpu poichè è stato da pochissimo rilasciato (facendo sold-out) il nuovo Chromebook di Google, un netbook da 249 euro. I dati ricavati però sono relativi al processore in sè, quindi che esso sia montato su un Chromebook, su un Galaxy S4 o su un Nexus 10 non fa differenza.

I 3 javascript usati sono: il SunSpider (che misura un tempo in millisecondi, quindi minore è meglio) ottenendo 668.5 ms; il V8 con un valore assoluto di 3871 (più alto è meglio); il Octane registrando 3465 (anche qui maggiore il numero migliore la performance):

Exynos 5 Dual (Samsung Chromebook) Apple A6 (Apple iPhone 5) Intel Atom Z2460 (Motorola Razr i) Snapdragon S4 (HTC One X) Tegra 3 (HTC One X)
SunSpider 668.5 908 1086.6 1608 1737.7
V8 3871 1533 2209 1507 1162
Octane 3465 1672 2048 1280 1131

Come vediamo la concorrenza viene facilmente annichilita, con risultati che doppiano il secondo (processore iPhone 5). Contando inoltre che l’A6 era il primo a scendere sotto i 1000 millisecondi nel test SunSpider ci rendiamo conto del valore di questo Exynos 5 Dual.

E se aggiungiamo che il 5250 è affiancato da un chip grafico Mali T604 che anch’esso è ultrapotente, e anche che tutti e 2 i chip (cpu e gpu) sono basati sul tecnologia ARM e quindi godono di una integrazione perfetta… si spiega il perchè dell’acquolina in bocca.

FONTE Android Authority

Tags: , , , , , ,
fold-left fold-right
About the author
Sempre appassionato di tecnologia e soprattutto di open-source, tra l’altro orgoglioso possessore del vecchio OpenMoko Freerunner. Ora maneggia un Galaxy SII stressatissimo!
UA-20029821-1